Materie Prime

Avere una cucina super tecnologica e un cuoco a 4 stelle non è sufficiente per garantire la riuscita di un piatto. La stessa cosa vale per qualsiasi prodotto, dove non avviene una corretta selezione delle materie prime utilizzate.

Simec e FlameSpray acquistano solo materiale di prima qualità certificata, ne controllano la rispondenza agli standard qualitativi previsti dalle codifiche interne e, non contenti, riselezionano quanto acquistato utilizzando solo una parte specifica della materia prima e destinando il rimanente ad altri tipi di applicazioni dove lo standard qualitativo richiesto ne permette l'utilizzo.

Come per ogni processo di produzione, la qualità e le caratteristiche delle materie prime utilizzate sono fondamentali per garantire il risultato finale. Simec e il suo partner industriale Flame Spray, hanno selezionato specifiche tipologie di polveri di ossido di cromo per il settore anilox, identificando non solo la tipologia di polvere ma tutto un insieme di accorgimenti specifici quali la setacciatura delle polveri e diversi tipi di sigillature a seconda del settore applicativo a cui l'anilox è destinato. 

 

Image

Purezza della polvere

Le polveri utilizzate per l'applicazione anilox devono avere caratteristiche ben precise: parliamo sempre di Ossidi di Cromo al 99,9% a bassissimo contenuto di polveri metalliche.
 

L'utilizzo di polveri con queste caratteristiche permette di ottenere prestazioni in linea con le aspettative dei clienti, sia in termini di durata dei rulli che di qualità di rilascio dell'inchiostro.
 

Il mercato oggi propone anche rulli con mix di polveri, riducendo la percentuale di ossido di cromo fino al 70%; questo comporta sicuramente un diverso impatto economico rispetto alle polveri pure ma le caratteristiche del prodotto finito non sono equiparabili rispetto ad anilox prodotti con polveri pure.
 

Simec utilizza unicamente polveri in 99,9% ossido di cromo certificato.

Image

Perchè setacciare le polveri

 Il processo di setacciatura garantisce una omogeneità di fusione dei granuli ceramici in fase di riporto. La presenza di masse con differenze dimensionali elevate comporterebbe una non corretta fusione delle grane di grosse dimensioni mentre le grane di piccole dimensioni verrebbero completamente distrutte creando fumi che andrebbero in parte a ridepositarsi sulla superficie del rullo aumentando i rischi di stratificazioni del riporto.
 

Una fusione di granuli a parità di massa garantisce un'ottima compattezza del riporto e  di conseguenza una bassa percentuale di porosità e una maggior durezza.

 

 

Image
Image
 

Simec Concept

 
Image
Simec Concept
 

Partnership con Flame Spray

 
 

Il Riporto Spraylast

 
 

Protezione Corrosione PN

 
 

Impianti Thermal Spray

 
 

Contatti

Simec Group Srl
Divisione Starlox
Tel: +39 0331 393900
Fax: +39 0331 323382
Email: starlox@simecgroup.com

 
 

Controllo Riporto

 
 

Lavorazione Riporto